Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato

inserisci il tuo indirizzo Email

    Subscribe to newsletter - tutte le categorie feed

    Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato
    inserisci il tuo indirizzo Email »»»

  • International Hackathon 2017: come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena

    Ho deciso di partecipare all’International Hackathon 2017 e di raccontare quello che avviene durante la nascita di una startup innovativa

    Ai miei figli ho insegnato che per avere una vita emozionante e soddisfacente, non è necessario scalare il monte Everest, fare jumping o buttarsi giù da un dirupo con la tuta alare. Basta più semplicemente riuscire ogni giorno, a fare qualcosa da poter raccontare, qualsiasi cosa che permetta di non cadere nella routine quotidiana ma che, al contrario, ci dia la spinta giusta per sentirci appagati e felici di vivere.


    Lo stesso discorso, ovviamente, vale anche per me. Così, per restare sempre aggiornato sugli eventi e le notizie più interessanti, mi sono iscritto a tutti i gruppi che trattano gli argomenti che più mi appassionano: sui Social ma anche sui Forum e i Blog più in voga.


    Proprio attraverso questi canali, sono venuto a conoscenza dell’International Hackathon 2017, sponsorizzato e voluto dal gruppo bancario BNP Paribas (qui la notizia su AdnKronos).

     come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | International Hackathon 2017

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | International Hackathon 2017

    Presso la sede della Luiss ENLABS (The Startup Factory), dove numerose startup innovative sono seguite e fatte crescere da grandi nomi di Venture Capitalist (LVenture Group), programmatori, sviluppatori e designer, per un totale di 15 team, si sarebbero impegnati, senza sosta (dormendo anche in loco), per raggiungere gli obiettivi delle sfide che sarebbero state proposte loro.


    La manifestazione si sarebbe svolta contemporaneamente in 10 città: Lussemburgo, Singapore, Nankin, San Francisco, Parigi, Bruxelles, Berlino, Varsavia, Istanbul e, ovviamente, Roma.


    Per questa terza edizione si sarebbero sfidate in totale più di 160 startup!

     come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | la sala

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | la sala

    Avendo un'agenda fitta, ho dovuto aspettare fino all’ultimo per sapere se avrei potuto partecipare, ma appena ho capito di potermi liberare nei giorni dell’evento, ho prontamente riempito il form con i miei dati ed inviato la registrazione come richiesto.


    Devo dire che ho avuto un momento di esitazione: sapevo che altri ragazzi si erano già organizzati in team per cui, presentandomi da solo, ero cosciente che sarebbe stata più difficile del solito e che avrei avuto qualche difficoltà in più.


    Diversamente da altri hackathon ai quali ho partecipato, questa volta si poteva gareggiare anche singolarmente. Ammetto di averci pensato. Però per esperienza, so che il valore reale di queste competizioni sta nella crescita personale, nella possibilità di apprendere da chi è più bravo di te, nella speranza di far nascere nuove amicizie, nella soddisfazione di sentirsi ancora in grado di affrontare la fatica e lo stress, nonostante l’età; non certo nel premio finale, anche se ovviamente anche questo conta, ci mancherebbe.


    Così decido di non abbandonare le speranze e mi metto alla ricerca di qualcuno con cui collaborare.


    Tra i volti e i nomi dei partecipanti presenti sul sito creato ad hoc per l’evento, scopro che c’è un ragazzo che conosco per averlo incontrato in uno dei tanti networking che ho frequentato in passato. Lo contatto per chat e gli chiedo se è disponibile per presentarci insieme come team. Accetta. Bene.


    Arrivato il giorno, mi presento presso la sede della Luiss ENLABS dove si sta per svolgere la fase di apertura di questa terza edizione dell'International Hackathon 2017. Mi guardo intorno per vedere se fra le persone presenti c’è il ragazzo che ho contattato, eccolo là. Scambiati i saluti di rito, iniziamo a parlare di come organizzarci e a capire se eventualmente ci sia la possibilità di unirsi ad altri team già formati. E’ a questo punto che arriva Pierpaolo, un altro ragazzo “single”, anche lui in cerca di compagni per fare squadra. Fisico slanciato, pizzetto e l’immancabile zainetto porta PC da vero nerd!

     come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | descrivo la mia idea

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | descrivo la mia idea

    Ci sediamo tutti e tre vicini e mentre lo speaker di turno inizia a parlare noi, tutti con gli stessi pensieri in testa, ci scrutiamo per cercare di rispondere alle domande: “Chi è costui? Che tipo è? Potrei lavorarci fianco a fianco?”. Non ho il tempo di rispondermi visto che vengo chiamato sul palco a presentare l’idea con cui mi sono iscritto. In realtà avevo solo un’intuizione, che poi si rivelerà corretta. Prendo il microfono: “Sono qui oggi perché voglio realizzare un sistema che permetta alla banca di vendere i propri servizi in modo tale che alla fine il cliente, l’unica cosa che dirà ad operazione conclusa sarà: wow!”. Applausi e torno al mio posto.


    Pierpaolo non perde tempo: ci racconta che a febbraio è stato premiato allo Startup Weekend Parma 2017 con il progetto Tuberfan (una piattaforma che permette di connettere youtuber/influencer con i suoi follower) e tira fuori il suo notebook, vuole assolutamente farci vedere l’idea che ha avuto e per cui si è presentato per partecipare, si chiama BankonVR. Ci mostra le slide: il mercato di riferimento, le previsioni future, le tecnologie usate. Si tratta di realizzare un servizio bancario che permetta al cliente di contattare un consulente utilizzando la Realtà Virtuale. So bene cos’è la Realtà Virtuale e ne riconosco le potenzialità a tal punto che ho acquistato anche un paio di domini per realizzare contenuti che tratteranno di VR. Ma come tutte le idee innovative, essendo nuove, vanno studiate, metabolizzate, e poi giudicate. E’ per questo che lì per lì rimango interdetto.

     come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | ecco Xaver

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | ecco Xaver

    Ad un certo punto, il ragazzo accanto a me ci lascia e se ne va. Restiamo soli. Pierpaolo si allontana. Lo vedo chiacchierare con un altro partecipante. Un ragazzo giovane, alto più di lui. Mi avvicino. Sento che stanno parlando in inglese. Pierpaolo si gira verso di me e mi dice che Xaver è anche lui lì da solo: gli farebbe piacere far parte del nostro team. Dall’aspetto mi sembra un bravo ragazzo, però è straniero e parla solo in inglese. Mi sono immaginato quindi momenti problematici nel caso fossero nate difficoltà da risolvere e da discutere insieme. A volte è già difficile capirsi tra italiani! Inizio a preoccuparmi e mi sorgono mille domande e mille dubbi senza risposta.


    Non so bene cosa fare. Da una parte sento che dovrei buttarmi e, come sempre, provare a fare del mio meglio insieme a questi due ragazzi sconosciuti ma che mi ispirano simpatia. Dall’altra mi chiedo se non ci sia ancora la possibilità di partecipare in qualche team, occupandomi magari di quello che so fare meglio, sentendomi più a mio agio. Decido quindi di chiedere agli organizzatori se c’è ancora qualche posto disponibile. Mentre attendo la risposta, mi siedo e faccio qualche ricerca su Internet.


    Utilizzando le parole chiave ‘Banca’ e ‘Realtà Virtuale’ su Google, mi imbatto in un articolo dove leggo che la stessa BNP, che ha indetto il concorso, in passato ha attivato dei progetti con la Realtà Virtuale: mi si accende una lampadina!Stai a vedere che in effetti non sia proprio l’idea vincente?”. Così bando alle remore, capisco cosa voglio fare: ho deciso!

     come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | insieme a Pierpaolo

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | insieme a Pierpaolo

    Con lo sguardo, in mezzo alla folla che si era formata intorno al buffet di benvenuto, cerco Pierpaolo e Xaver. Eccoli! Con non poca difficoltà, li raggiungo: “Ragazzi guardate qui!”. Gli faccio leggere il testo dell’articolo che avevo trovato. “Mi sa che in effetti potremmo avere una chance di vittoria”. Leggo nei loro occhi una leggera sensazione di sollievo. Non tanto per la notizia in sè. Penso che il sapere di poter contare su un’altra risorsa, ed essere almeno in tre, abbia risollevato loro il morale: ed anch’io mi sento meglio. Ora finalmente faccio parte di un team, ed anche se ci conosciamo da non molto, sento che andrà tutto bene, anche fosse solo per il fatto che avevamo già una cosa in comune, la voglia di provarci nonostante fossimo lì da soli.

     come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | insieme e Xaver

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | insieme e Xaver

    A questo punto Xaver fa un gesto che mi colpisce. Parte in quarta e si allontana. Incuriositi lo seguiamo. Ci porta in un'aula lontana dal chiasso della folla. C’è solo l’indispensabile: una scrivania, quattro sedie, alcune penne buttate sul tavolo. “Perfetta!” penso tra me e me. Volendo c’è pure qualche puff, di quelli con la sabbia dentro, che potrebbero tornare utili nel caso ci fermassimo a dormire. Non contento Xaver si allontana ancora. Con stupore lo vedo tornare con una lavagna bianca. Poi disegna una sorta di grafico e ci mostra tre pennarelli di colore diverso. Parlando inglese, ci dice che ogni colore corrisponde ad un argomento diverso: il nero sono i problemi, il rosso sono le soluzioni e il verde sono i metodi per mettere in pratica le soluzioni. “Bravo!”, penso. In pratica ci stava spiegando che avremmo adottato una metodologia AGILE. Io amo queste tecniche! Mi sorge spontaneo un sorriso sul volto, a 36 denti.

     come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | la stanza dove tutto è iniziato

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | la stanza dove tutto è iniziato

    Ci posizioniamo intorno al tavolo e tiriamo fuori i PC, ora è ufficiale, l’avventura ha inizio!


    Pierpaolo ci illustra nuovamente le slide che ha preparato, stavolta con una maggiore dovizia di particolari. Mentre ci parla, nella mia testa inizio subito a pensare a come potrei tradurre in pratica l’idea. Però più che la realizzazione dell’idea in sè, mi viene in mente che in realtà in questa fase l’importante è cercare di fare una buona presentazione e convincere chi dovrà giudicarla a sostenerla per poi metterla davvero in pratica. Così inizio ad immaginare di cosa mi potrei occupare: potrei fare come quando, allo Startup Weekend Roma a cui partecipai nel 2013, realizzai una demo dell’App e ci feci un video di presentazione. Mentre gli altri due pensano agli aspetti economici e legali, prendo un foglio e butto giù qualche appunto, uno schema di massima, una sorta di storyboard. Dopo un po', Guardo l’orologio e mi accorgo che sono già passate diverse ore, fra l’altro non ho neanche cenato. Così me ne vado, soddisfatto, salutando Pierpaolo e Xaver con la promessa di rivederci la mattina successiva.


    Riassumendo, in questa fase, l’idea su cui stiamo lavorando è più o meno questa:


    Utilizzando la realtà virtuale, stiamo sviluppando un nuovo sistema di interazione con la banca che permette al cliente, in qualunque momento, di interagire con un consulente bancario, il quale è in grado di presentare servizi, prodotti e informazioni in modo interattivo e personalizzato, il tutto in un contesto scenografico, in stile Minority Report, con slide e grafici che fluttuano a mezz'aria. Un'esperienza tale per cui il cliente alla fine avrà in mente una sola parola: wow!


    Quando torno a casa inizio a fare delle ricerche. Da tecnico, mi interessa capire quali sono i limiti del nostro progetto. Dovendo elaborare del video con cui l’utente interagisce in tempo reale, mi focalizzo sulla velocità di trasmissione dei dati. Da un articolo postato da Fastweb al riguardo, scopro che Facebook nel 2014 ha speso 2 miliardi di dollari per rilevare Oculus Rift, il famoso visore per la Realtà Virtuale, e quindi oggi si trova a dover affrontare proprio le nostre stesse problematiche. Attualmente la tecnologia, grazie al 4G, ci permette di inviare informazioni ad 1 gigabit/s, ma sia Google, per le sue auto che si guidano da sole, sia Facebook, per i suoi giochi virtuali in 3D, hanno bisogno di maggiore larghezza di banda e per questo stanno puntando sul nuovo 5G che dovrebbe garantire flussi teorici di ben 15 gigabit/s e bassissime latenze. Inoltre scopro che ci sono studi attuali che stanno dimostrando la possibilità di arrivare addirittura a 40 gigabit/s, sfruttando la luce ad infrarossi. Insomma, trainati da multinazionali tecnologiche che hanno utili degni di interi Stati Nazionali, e dalla scienza che ad ogni scoperta abbatte i limiti precedenti, sembra proprio che per prodotti di Realtà Virtuale, il futuro sia davvero roseo. BankonVR ha tutte le possibilità per farcela!

     come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | Luiss ENLABS

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | Luiss ENLABS

    Quando arrivo il mattino seguente, trovo tutti i ragazzi delle diverse startup intenti a fare colazione. C’è un’aria di eccitazione. Tra un cornetto e un cappuccino ogni tanto scoppia una grossa risata. Mi piace un sacco questo ambiente dove si respira aria di innovazione. Da ragazzino, ero piuttosto timido, non seguivo il calcio e stavo molto per conto mio. Ho iniziato a smanettare da giovanissimo grazie allo ZX Spectrum, il primo vero personal computer, ed ho avuto la fortuna di abitare in una casa con la cantina. Questo mi ha permesso di sperimentare con l’elettronica (tengo ancora con nostalgia tutte le riviste di Nuova Elettronica e non ho il coraggio di separarmene!) e di avere un luogo tutto mio dove poter costruire circuiti stampati con l’acido o usare il trapano per costruire gli oggetti che mi inventavo. Quando mi capita di venire ai Luiss ENLABS, tra fili elettrici penzolanti, schede elettroniche e schermi pieni di codici, mi sento praticamente a casa!

     come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | la sala di lavoro

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | la sala di lavoro

    Cerco i miei compagni. Eccoli lì. Trovo Pierpaolo e Xaver intenti a parlare con gli Expert. Per far sì che ogni squadra porti a compimento nel migliore dei modi la propria idea, sono state previste delle figure professionali in diversi ambiti, gli Expert appunto, con il compito di ascoltare le problematiche, dare soluzioni e suggerimenti utili. Mi faccio largo e preparo la postazione. Mi metto al lavoro. Dopo qualche ora sono pronto per mostrare ai miei colleghi quello che ho realizzato: ho necessità di avere feedback, utili per aggiustare il tiro.


    Per prima cosa ho creato il logo e una demo dell’App:

     come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | screenshots App demo

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | screenshots App demo

    Poi, utilizzando Unity ho iniziato a buttare giù una sorta di demo della Realtà Virtuale da mostrare nel caso in cui ce lo avessero chiesto:

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | demo Realtà Virtuale

    Stanco ma soddisfatto, stacco un attimo e faccio una pausa. Quando mi reco nell’atrio dove ci sono le bibite e qualche spuntino, mi viene proposto di partecipare ad un video divertente. Sinceramente, tra la stanchezza e il fatto che non sapessi cosa avrei potuto dire, stavo per rinunciare. Ma poi mi sono detto che se ero lì, era anche per divertirmi. Così chiedo come si sarebbe svolto il video... e mi sono buttato!


    Partecipare ad un hackathon non è per niente facile, tra le volte che ti ritrovi a modificare i piani sui consigli dell’esperto che ti è venuto a parlare, le inevitabili discussioni dovute alle vedute diverse che ha ognuno di noi su come raggiungere gli obiettivi, le ore di sonno perse, gli schiamazzi sempre presenti e lo stress di dover rispettare la deadline per la consegna, ad un certo punto la stanchezza inizia a sentirsi e ad avere i suoi effetti sul morale del gruppo.

     come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | faccia stanca?

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | faccia stanca?

    Non nascondo che in alcune occasioni, stremato dalle situazioni, mi è venuto il pensiero di dire basta, di credere di non farcela. Chi ha figli capirà quanto sia importante per loro rappresentare un modello da seguire. Chi ha figli, saprà anche molto bene che per essere un esempio non servono le parole, contano solo i fatti: poiché uno dei principi su cui insisto spesso è che quando si prende un impegno, questo va portato fino in fondo, nonostante le difficoltà, ho stretto i denti ed ho continuato il mio percorso sui carboni ardenti.

     come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | gli expert ci fanno domande

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | gli expert ci fanno domande

    Guardando le slide che stavamo preparando, mi rendo conto che tra le tante informazioni mancano quelle sulla demo dell'App e della Realtà Virtuale su cui io stavo lavorando. Eppure sono risorse già realizzate e funzionanti, è un peccato non mostrarle! Farle vedere ai giudici potrebbe aiutarci ad ottenere qualche punto in più. Decido quindi di elaborare un brevissimo video in cui mostrare, più o meno, come funzionerà il nostro sistema:

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | video dimostrativo di funzionamento

    Il momento della consegna dei lavori si avvicina. Veniamo avvisati che le presentazioni dovranno essere consegnate, ma non come ci aspettavamo, nel formato PowerPoint che consente al suo interno anche filmati multimediali, bensì in PDF! Non potendo far vedere il video, capisco che tutto il lavoro che avevo svolto fino a quel momento, non sarà visibile. Ammetto che ho avuto un attimo di sconforto, le mie occhiaie e il mal di schiena sarebbero stati inutili. Ma non mi dò per vinto e decido di inserire almeno uno screenshot nelle slide. E così ho fatto:

     come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | screenshot della VR

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | screenshot della VR

    All'orario stabilito veniamo chiamati a prendere posto nella sala e finalmente iniziano le presentazioni finali. E' un evento importante ed internazionale, che si sta svolgendo contemporaneamente anche in altre città nel mondo: è evidente, siamo tutti molto emozionati. Ogni squadra viene chiamata sul palco a presentare la propria idea e i passi per realizzarla. I giudici che devono giudicarla, seduti nelle prime file, al termine di ogni sessione ne cercano di capire i limiti e i vantaggi ponendo domande, alcune anche parecchio "spinose".

     come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | la prova finale inizia

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | la prova finale inizia

    Vedo Xaver molto preoccupato. Sta parlando con il tecnico che si occupa delle presentazioni. Mi avvicino per capire di cosa stiano parlando. Il fatto è che per chi effettua il pitch è previsto solo il microfono da tenere in mano e questo per noi è un grosso problema! Visto che l'evento ha un respiro cosmopolita, per riuscire a far interessare con la nostra idea il più alto numero di persone, abbiamo pensato di realizzare le slide in italiano mentre il pitch lo avrebbe presentato Xaver, in inglese. Ma visto che ha difficoltà a leggere le slide in italiano, si era preparato delle note da tenere in mano su cui sbirciare durante la presentazione: il problema è che se tiene in una mano i foglietti, non può tenere contemporaneamente anche il telecomando per far avanzare le slide e il microfono! Per fortuna, insistendo, siamo riusciti a convincere il tecnico che l'unica soluzione era far adoperare a Xaver il microfono auricolare, quello che, per intenderci, si posiziona dietro al lobo dell'orecchio, e che si estende fino alla bocca.

     come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | BnkonVR presenta il progetto

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | BnkonVR presenta il progetto

    E' il momento! E' il nostro turno! Saliamo sul palco. Io e Pierpaolo seduti ai lati dello schermo, con in mano i visori per la Realtà Virtuale, e Xaver al cento della scena. Mentre scorrono le slide, Xaver, carico di energia, tira fuori tutta la grinta necessaria. Al di là delle luci dei riflettori, cerco il volto dei giudici per capire come stiamo andando. Dal movimento delle teste e dagli sguardi interessati, mi sembra di percepire più di un cenno di gradimento. Dalla mia posizione vedo Xaver illustrare le slide preparate egregiamente da Pierpaolo, una dopo l'altra, con un fare sicuro, senza mai annoiare e con tale determinazione che dentro di me penso: "Wow! Grande!". Anche Pierpaolo, seduto accanto a me ha un sorriso che rivela apprezzamento. Abbiamo tutti l'ottima sensazione che il pitch stia andando davvero bene!.

     come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | la presentazione di BankonVR

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | la presentazione di BankonVR

    Xaver conclude il pitch. Il moderatore chiede se ci sono domande. Avere qualcuno che pone domande è importante, perché significa che la tua idea ha stuzzicato l'interesse e questo è un buon segno, e così avviene. Più di qualcuno chiede a Xaver, relativamente a diversi ambiti, come pensiamo di implementare alcuni servizi nel progetto o risolvere alcune problematiche tecniche. Invece di piegarsi ai colpi, Xaver è fantastico! Risponde senza batter ciglio dimostrando una determinazione tipica di chi sa il fatto suo, di chi crede nel progetto e sa di cosa sta parlando. Applausi!


    E' stata una bella sensazione quella di tornare a sederci ai nostri posti con le persone che via via si alzavano per stringerci la mano e congratularsi. Ci guardavamo sorridendo e dentro di noi saliva sempre di più l'idea che forse... ce l'avremmo fatta!


    Per dare tempo ai giudici di esaminare le varie squadre e determinare il voto finale da cui selezionare le quattro startup vincitrici, dopo la fine di tutte le presentazioni è stato previsto un momento di pausa. Così ne ho approfittato per andare a ringraziare gli esperti con cui avevo parlato per i loro preziosi suggerimenti ma anche i ragazzi e le ragazze dello staff, che ci hanno sempre supportato senza mai farci mancare nulla.


    Dai microfoni una voce ci invita a sederci in sala: il momento tanto attesto è arrivato, scoprire quali sono le quattro startup finaliste che saranno premiate e passeranno alla fase successiva, la creazione del prototipo che verrà poi presentato a Parigi davanti alla giuria composta da una delegazione del Comitato Esecutivo di BNP Paribas, che decreterà i vincitori a livello internazionale.


    Vista l’importanza del momento, decido di riprendere l’evento e pubblicare il video Live su Facebook, così mi alzo e mi avvicino al palco. Una ad una vengono chiamate le squadre vincitrici:

    • BBBoyz ha realizzato “BNL BOON”, la Web App che offre ai clienti retail di BNL percorsi specifici per realizzare i loro progetti legati alle esigenze personali. E’ estendibile anche ad altri membri della famiglia.
    • Mendua ha presentato a BNP Paribas Leasing Solutions il primo marketplace online di beni strumentali acquistabili in leasing.
    • SpidChain (startup che si occupa di identità digitale decentralizzata su blockchain) ha sviluppato un'App per il matching dell'identità e il profiling dei clienti prospect del Wealth Management. Ciò permette anche una facile interoperabilità delle informazioni certificate degli utenti su tutte le varie aziende del network.
    • GoSherpy ha progettato - con Nois3 e Maître – un tool digitale omnichannel che permette al cliente private di ricevere le opportunità di investimento più adatte al suo profilo e ai suoi obiettivi e interessi; al Private Banker di arricchire la propria “dashboard” tenendo conto anche degli asset non finanziari e del profilo del cliente stesso.

    Quindi tutti i quattro premi sono stati consegnati. Non nego di essere dispiaciuto, in fondo fino a quel momento tutto sembrava essere andato per il meglio e il lavoro che avevamo svolto apprezzato da molti. Stavo per terminare la diretta Live, quando succede un fatto inaspettato. Il direttore della divisione retail e private di Bnl Gruppo Pnb Paribas, Marco Tarantola, rivolgendosi al pubblico, afferma che l’evento ha avuto un successo tale, che moltissime persone si sono messe in gioco realizzando validi contributi. Per questo motivo si è deciso di ampliare i premi e aggiungerne un quinto. Ascoltando queste parole, mi si riaccende la speranza. Il direttore continua a parlare dicendo che relativamente al prodotto pensato dalla quinta squadra non sa se i suoi figli potranno sfruttarne i servizi, probabilmente neanche i nipoti, ma l’idea è promettente e i segnali perché diventi “di uso comune” ci sono tutti: “per questo abbiamo deciso di premiare la squadra di... BankonVR!”.


    E’ ufficiale: BankonVR è la quinta startup premiata all’International Hackathon 2017!

     come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | BankonVR ha vinto!

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | BankonVR ha vinto!

    Come si vede anche dal video in diretta che stavo girando, è stata davvero tanta la gioia di avercela fatta! Ed è un successo meritato. Ci abbiamo lavorato sodo, tutti e tre. Poi, a differenza di chi aveva già formato un proprio team, per noi il premio vale molto di più: infatti, all’inizio di questa avventura, ci siamo presentati singolarmente e, nonostante le evidenti criticità a cui andavamo incontro, non ci siamo voluti rassegnare, ci abbiamo creduto e abbiamo vinto! E’ proprio vero: nonostante le difficoltà, bisogna sempre credere in quel che si fa e fare di tutto per arrivare fino in fondo.


    Il primo step è stato superato, il prossimo prevede che tra le cinque in concorso, solo due startup, quelle che daranno vita ad una demo valida, voleranno a Parigi a presentarla, cercando di riuscire a convincere BNP a mettere in pratica il loro progetto.

     come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | BankonVR è pronta per Parigi!

    International Hackathon 2017 | come nasce una startup innovativa? Ti racconto tutti i retroscena | BankonVR è pronta per Parigi!

    Oramai è un dato di fatto: la Realtà Virtuale prima o poi farà parte delle nostre vite e per accorgersene basta leggere le notizie relative. Ecco ad esempio una serie di articoli interessanti al riguardo:

    Andrea Millozzi's picture
    About the Author

    Appassionato di informatica fin da giovanissimo ho iniziato a programmare da autodidatta. Da allora il mio entusiasmo e la mia curiosità non hanno fatto che aumentare... Oggi mi diletto a realizzare siti internet, App e progetti hardware con Arduino, Raspberry Pi & Co.