Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato

inserisci il tuo indirizzo Email

    Subscribe to newsletter - tutte le categorie feed

    Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato
    inserisci il tuo indirizzo Email »»»

  • Publii: ecco perché ho abbandonato Wordpress e Drupal per un generatore di siti statici

    Il perfetto CMS che sostituisce Drupal e Wordpress, parliamo di Publii, generatore di siti statici facile, veloce e adatto ai principianti
    Mi sono ritrovato nella necessità di cercare un sistema integrato di creazione, gestione e archivio dei miei siti, che fosse il più economico possibile, meglio ancora se totalmente gratuito. Ma non è solo una questione di risparmio: il motivo che mi ha spinto definitivamente ad attivarmi, è stato il fatto che a causa dei bug presenti all'interno dei vari CMS (Content Manager System), anche quelli più rinomati e diffusi (come Wordpress, Drupal, Joomla) o dei plugin relativi, ogni tanto capitava di dovermi difendere da attacchi di hacker senza scrupoli, pronti a sfruttare i "buchi" presenti per inoculare codice malevolo o per utilizzare lo spazio del mio hosting a loro vantaggio. Chi gestisce dei siti con Wordpress, Drupal o Joomla, sa bene quanto ogni giorno emergano nuovi exploit, ed essendone anche io un utilizzatore seriale, mi sono trovato più volte costretto ad agire per limitare i danni. Così, oltre al denaro, anche il tempo impiegato per queste attività di difesa ed aggiornamento è diventato davvero troppo oneroso, e faticoso, visto che ogni volta mi tocca agire con attenzione per verificare se i vari plugin o i temi presenti, non vengano disabilitati / corrotti dalla nuova versione appena installata. Ma c'è di più: abbandonare un CMS tradizionale per uno alternativo porta ad ottenere dei vantaggi enormi che non sono subito evidenti, ma di questo ne parlerò più avanti, se avrai la pazienza di seguirmi leggendo l'articolo...
  • Internet e big data: la difesa della privacy passa per la consapevolezza e per l'uso degli strumenti giusti

    La nostra identità è oramai completamente digitale e online: dobbiamo averne consapevolezza e conoscere gli strumenti giusti per difenderci
    Qualcuno diceva: "Non c'è peggior schiavo di chi non sa di esserlo". Dobbiamo renderci conto che attraverso sistemi invasivi di monitoraggio continuo sulle nostre vite perdiamo la cosa più importante: la nostra identità. Siamo alla mercé di qualcuno che è in grado di analizzare noi stessi, meglio di noi stessi, che non sappiamo chi è e che sfrutta questo vantaggio nei nostri confronti per i propri scopi senza che ce ne accorgiamo. Ci giochereste a carte, al tavolo con altri che vedono i vostri punti, mentre voi non lo potete fare, e non sapete neanche contro chi state giocando? Insomma, vi invito a riflettere sull'importanza di difendere la vostra privacy anche se ritenete che non avete nulla da nascondere... è un argomento che va oltre il semplice monopolio dei dati, e la vendita di prodotti mirati, si parla addirittura di sistemi che riescono a modificare le democrazie a vantaggio di pochi: come l'elezione del presidente di uno Stato che tiene in pugno la vita di milioni (miliardi?) di persone sulla Terra. Come possiamo fare per difenderci? Per saperlo non ti resta che leggere l'articolo...
  • Croqqer App: la B-Corporation che aiuta a far incontrare domanda ed offerta tramite una community dedicata alla risoluzione di piccoli problemi quotidiani

    Un nuovo progetto ad alto impatto sociale: Croqqer è una community che collega i vicini di quartiere per condividere il loro tempo e talento
    Si chiamano Benefit Corporation (o B-Corp). Una Benefit Corporation è proprio un'azienda il cui stato giuridico è pensato per andare oltre l'obiettivo del profitto e massimizzare il suo impatto positivo verso la società e l'ambiente. Rispetto alle aziende tradizionali, le Benefit Corporation, differiscono riguardo a obiettivi, responsabilità e trasparenza. Lo scopo di una Benefit Corporation infatti, include la creazione di un Beneficio Comune (Public Benefit) nella comunità in cui opera. Il dirigente di una benefit corporation gestisce il business con la stessa autorità di un'azienda tradizionale ma, mentre in un'azienda tradizionale gli azionisti valutano esclusivamente le performance finanziarie, qui valutano anche performance qualitative e quantitative, basate sugli obiettivi dichiarati dalla Benefit Corporation. In Italia è solo dal primo Gennaio 2016 che è possibile costituire una Società Benefit: Croqqer è stata la prima azienda italiana ad avvalersi della normativa sulle società benefit introdotta dalla legge di Stabilità 2016. Si tratta di un nuovo progetto di startup innovativa ad alto impatto sociale. Croqqer è una community che attraverso la un'App per smartphone, collega i vicini di quartiere per condividere il loro tempo e talento: scopri come funziona e come è possibile farne parte...
  • Pages