Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato

inserisci il tuo indirizzo Email

    Subscribe to newsletter - tutte le categorie feed

    Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato
    inserisci il tuo indirizzo Email »»»

  • Croqqer App: la B-Corporation che aiuta a far incontrare domanda ed offerta tramite una community dedicata alla risoluzione di piccoli problemi quotidiani

    Un nuovo progetto ad alto impatto sociale: Croqqer è una community che collega i vicini di quartiere per condividere il loro tempo e talento
    Si chiamano Benefit Corporation (o B-Corp). Una Benefit Corporation è proprio un'azienda il cui stato giuridico è pensato per andare oltre l'obiettivo del profitto e massimizzare il suo impatto positivo verso la società e l'ambiente. Rispetto alle aziende tradizionali, le Benefit Corporation, differiscono riguardo a obiettivi, responsabilità e trasparenza. Lo scopo di una Benefit Corporation infatti, include la creazione di un Beneficio Comune (Public Benefit) nella comunità in cui opera. Il dirigente di una benefit corporation gestisce il business con la stessa autorità di un'azienda tradizionale ma, mentre in un'azienda tradizionale gli azionisti valutano esclusivamente le performance finanziarie, qui valutano anche performance qualitative e quantitative, basate sugli obiettivi dichiarati dalla Benefit Corporation. In Italia è solo dal primo Gennaio 2016 che è possibile costituire una Società Benefit: Croqqer è stata la prima azienda italiana ad avvalersi della normativa sulle società benefit introdotta dalla legge di Stabilità 2016. Si tratta di un nuovo progetto di startup innovativa ad alto impatto sociale. Croqqer è una community che attraverso la un'App per smartphone, collega i vicini di quartiere per condividere il loro tempo e talento: scopri come funziona e come è possibile farne parte...
  • Firefox 57 Quantum: personalizzare l’interfaccia utente con i file userChrome.css e userContent.css

    Mozilla Firefox 57 non permette di utilizzare addon per cambiare l’aspetto del browser, è possibile farlo attraverso il file userChrome.css
    Con la versione 57 (Quantum), Mozilla Firefox ha abbandonato definitivamente la tecnologia con cui venivano creati gli addon in precedenza per allinearsi agli altri browser che già utilizzano da tempo le cosidette webExtensions. In soldoni quello che cambia è che mentre gli addon potevano accedere in modo approfondito alle funzioni vitali del browser, mettendo a volte a rischio hacker l’utente, con le webExstensions questo non si può più fare ma si ottiene il vantaggio di ottenere una quantità maggiore di estensioni per il proprio browser: motivo per cui da una parte si acquista in sicurezza ma dall’altra si perde in funzionalità. Ad esempio ora non è più possibile utilizzare un addon per modificare l’aspetto del browser (come faceva molto bene il famoso Classic Theme Restorer), ma per farlo è necessario mettere mano alla configurazione di Mozilla Firefox eseguendo alcuni passaggi che non sono proprio alla portata di tutti, motivo per cui ho deciso di scrivere questa guida. Seguendola potrai ovviare anche al fastidioso comportamento della scomparsa della X di chiusura nelle Tab, quando si supera un certo numero delle stesse: leggi come fare...
  • TuberFan: la startup made in Italy che permette ai Fan di videochattare con i loro YouTuber preferiti

    Nel mondo degli YouTuber girano cifre da capogiro: TuberFan ha deciso di entrare in questo mercato mettendo in contatto Follower e YouTuber
    La vetrina d’eccezione per chi vuole rendersi visibile su Internet è YouTube che, dal 2005 a oggi, ha completamente rivoluzionato la fruizione dei video sul web con un miliardo al giorno di persone connesse e oltre 100 ore di filmati caricati al minuto da ogni angolo del pianeta. Solo in Italia si stimano 21 milioni di utenti di tutte le fasce di età. Nel 2006 il “Tubo” è stato acquistato da Google, diventando appetibile come piattaforma social che può generare una fonte di guadagno per gli utenti che caricano i propri contributi. Visto che i soldi arrivano dalle inserzioni pubblicitarie, qualcuno ha cominciato a capire che dietro alla pubblicazione dei video caricati per divertimento poteva celarsi un vero e proprio lavoro: è così che sono nati i primi YouTuber. Guardando i numeri in gioco si capisce bene qual è il giro d’affari: stiamo parlando, tra pubblicità, sponsorizzazioni ed eventi, di milioni di euro! Ed è proprio pensando agli eventi che è nata la startup TuberFan: l’idea è venuta a Pierpaolo Manzi, se vuoi saperne di più non ti resta che leggere l'articolo...
  • Pages