Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato

inserisci il tuo indirizzo Email

    Subscribe to newsletter - tutte le categorie feed

    Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato
    inserisci il tuo indirizzo Email »»»

  • Acquisto auto e moto: consigli e suggerimenti utili per evitare fregature, truffe e raggiri

    Dovendo acquistare un'auto mi sono informato ed ho scoperto che fregature, truffe e raggiri sono spesso dietro l'angolo: ecco come evitarli

    Dopo tanti anni di onorato servizio, la mia macchina ha deciso di abbandonarmi costringendomi ad acquistarne una nuova. Così mi sono trovato nella situazione di dover decidere in tutta fretta una valida alternativa che non fosse né troppo cara ma neanche troppo in là con gli anni per evitare problemi futuri. Anche se comprare un'auto può sembrare un'azione abbastanza banale (si sceglie, si compra e si porta via), in realtà, l'esperienza mi ha insegnato che per non prendere fregature è necessario fare molta attenzione, informandosi anticipatamente e facendo sempre molte domande prima di firmare il contratto e saldare il conto.

    Andiamo con ordine: la prima cosa che ho dovuto fare è stato scegliere fra il nuovo, l'usato, il Km0 o l'aziendale. Acquistare un'auto usata è sicuramente più conveniente rispetto alle altre tipologie, ma questo risparmio si potrebbe ripagare in termini di basso livello di sicurezza, incertezza sullo stato reale di salute del mezzo, maggiori complicanze burocratiche e la possibilità di incappare in frodi.

    CHILOMETRI FASULLI

    Dovendo acquistare un'auto usata, spesso per capire se potrebbe avere problemi, la prima cosa che si fa è guardare i chilometri percorsi fino a quel momento. Purtroppo devi sapere che nessuno può garantire al 100% che i numeri letti sul contachilometri siano davvero quelli reali! Esistono aziende specializzate proprio in questo campo che possiedono, legalmente si intende, apparecchi utilizzati proprio per azzerare i contatori dei veicoli. Neanche la certificazione del proprietario può essere ritenuta affidabile a garantire la veridicità del numero letto... chi ti dice che non stia bleffando?

    L'unica possibilità che si ha per rendersi conto della situazione è quella di verificare i tagliandi, le fatture delle officine e osservare attentamente l'usura del volante, dei pedali e della carrozzeria... meglio ancora se accompagnati da qualcuno davvero esperto come potrebbe esserlo il tuo meccanico di fiducia. Se vuoi maggiori informazioni sull'argomento, ho trovato utile leggere questo articolo: Auto usate, la grande truffa delle “schilometrate”: 5 regole per evitare fregature, in cui Alfredo Bellucci, autore del libro "Non prendermi per il chilometro", spiega, da titolare di un’attività di vendita di auto usate, quali sono i trucchi messi in atto dai truffatori e come evitare di cascarci.

    Pur avendo già acquistato in passato veicoli usati, questa volta ho voluto prediligere la questione sicurezza e mi sono così rivolto a modelli nuovi o a km0, con l'evidente ulteriore vantaggio di prendere un autoveicolo Euro6 che mi permette di circolare anche durante i continui blocchi dovuti allo smog.

    BENZINA, GAS, GPL, METANO

    A questo punto ho dovuto decidere fra: un modello a benzina, a gas, a gpl o a metano? Sapendo che il costo era (anche se di poco) meno della benzina, inizialmente ero propenso ad acquistare un diesel ma, leggendo nei forum degli appassionati di motori, ho scoperto che per il numero (basso) di chilometri che faccio all'anno, in realtà la convenienza andava a farsi benedire. Infatti calcolando la differenza di prezzo che c'è fra un modello della stessa marca a benzina e quello diesel, per ammortizzare tale cifra avrei dovuto percorrere migliaia di chilometri, e visto che l'auto non la uso moltissimo avrebbe significato attendere diversi anni.

    Faccio un esempio prendendo in considerazione due modelli di Dacia (i calcoli si basano sui dati forniti dalla casa madre e il prezzo attuale del carburante):

    • benzina - euro 12.458,00 (Stepway Prestige 0.9 TCe 90cv S&S Euro 6)
    • diesel - euro 13.288,00 (Stepway Prestige 1.5 dCi 90cv S&S Euro 6)
    • differenza: euro 830

    Quanto ci metto per ammortizzare 830 euro in più di costo del diesel?
    euro 830 / euro 62 (pieno) = 13,28 * 1.428,57 (km con un pieno) = la risposta è 18.971,43 km.

    Quindi prima di ammortizzare la spesa, per percorrere tutti questi chilometri, avrei impiegato quasi quattro anni!

    Sempre relativamente al diesel, ho letto che per funzionare a dovere, il filtro antiparticolato, anche chiamato FAP, ha bisogno di essere rigenerato di tanto in tanto, percorrendo lunghi tragitti in modo da far elevare la temperatura. Non farlo significherebbe rovinare il dispositivo che andrebbe poi sostituito sborsando cifre piuttosto care. Da quel che ho capito, anche la manutenzione e i tagliandi hanno prezzi più alti rispetto ai modelli a benzina. Insomma, alla fine è chiaro che il diesel è davvero conveniente solo per chi macina migliaia di chilometri al mese o all'anno... per gli altri, compreso me, è molto meglio acquistare modelli a benzina. Poi in futuro, volendo, è sempre possibile aggiungere una bombola per il metano e risparmiare ulteriormente.

    AUTO KM0

    Ho iniziato quindi a cercare in rete modelli che rispondessero alle mie esigenze, fino a quando ho trovato un annuncio di un autoveicolo a Km0 molto allettante. Queste vetture, contrariamente a quanto si pensi, anche se hanno già le targhe e qualche decina di chilometri percorsi, non sono usate, difettose o utilizzate per i test drive dai vari concessionari. Sono invece auto immatricolate dalla stesso venditore e intestate all'azienda per poter raggiungere il target di vendite concordato con la Casa costruttrice nell'anno solare. Poi vengono proposte al pubblico con forti sconti, dal 20-30% fino a raggiungere il 50% del prezzo di listino dell'auto. Il vantaggio indubbio è di avere a disposizione un'auto praticamente nuova, in saldo e senza dover attendere i canonici tempi di consegna. Risolte le pratiche burocratiche, in meno di una settimana si è al volante di un'auto nuova di zecca.

    Dove sta la fregatura? La contropartita è che la garanzia ufficiale potrebbe essere inferiore ai 2 anni e la personalizzazione del modello è limitata agli accessori installabili fuori dalla linea di assemblaggio degli stabilimenti. Ad esempio, se non sono stati richiesti dalla concessionaria quando ha fatto l'ordine dell'auto, non si potranno avere su un'auto a km0 i retrovisori elettrici, gli airbag optional, il clima automatico e quant'altro. Mentre è possibile richiedere e includere nell'eventuale finanziamento il montaggio di antifurto, sensori di parcheggio, autoradio e tutti gli accessori aftermarket che non farebbero decadere la garanzia biennale del Costruttore. Insomma, ci si deve "accontentare" del colore e degli interni anche se lontani dai gusti personali. In fondo è un compromesso piuttosto ragionevole, che consente di pagare fino anche la metà un'auto che costerebbe il doppio.

    L'OFFERTA ONLINE

    Finalmente, dicevo, ho letto sul web l'annuncio che cercavo, ottimo prezzo e molti optionals: praticamente un affare! A questo punto ti dico: fai attenzione! Ho scoperto a mie spese che spesso si tratta di specchietti per allodole, infatti andando a chiedere di persona e guardando l'auto dal vivo, mi sono accorto che gli optionals presenti erano molto meno rispetto a quelli indicati! Il motivo? "Ci siamo sbagliati a scriverli sul sito, ma li aggiorniamo subito". Capito?

    LA VISURA

    Una volta trovata l'auto di mio interesse, anche se non ero in possesso del certificato di proprietà (che ha sostituito il vecchio foglio complementare), per capire se erano presenti eventuali ipoteche legate al veicolo, ho chiesto di conoscere il numero di targa (ma va bene anche il telaio), anche perché sull'annuncio era stata mascherata con una striscia nera (perché?!). Poi da casa sul sito dell'ACI (ma lo puoi fare in qualsiasi agenzia di pratiche automobilistiche), ho richiesto una visura della targa dal costo di pochi euro. E' utile fare questo controllo anche per conoscere il numero esatto di proprietari che hanno posseduto il veicolo fino a quel momento. Attenzione! potrebbe capitare di fare una strana scoperta... il sistema riporta il seguente messaggio: errore n.71, "La visura per questa targa non è effettuabile rivolgersi al PRA". Contattando il PRA per email chiedendo delucidazioni, ci viene detto che probabilmente si tratta di "tempi tecnici" tra la richiesta e l'effettiva iscrizione, in realtà potrebbe essere che la richiesta di iscrizione al PRA viene eseguita dal concessionario solo quando è sicuro che qualcuno acquista la macchina, semplicemente per mantenere i soldi in tasca fino all'ultimo. Puoi verificarlo chiedendo di vedere il certificato di proprietà: se ti dovessero dire che non ce l'hanno, approfittane per richiedere uno sconto aggiuntivo sul prezzo, puntando sul fatto che per essere corretti al 100%, il documento, lo avrebbero già dovuto possedere, altrimenti, senza proprietà, come fanno a venderti l'auto?

    Già che ci sei, puoi anche controllare sul sito del Ministero dell'Interno, inserendo targa e telaio, se l'auto è rubata. Non costa nulla e ti fa stare tranquillo. Lo stesso controllo lo puoi fare anche più comodamente usando un'App, seguimi, ne parlerò in seguito.

    LA GARANZIA

    Fai molta attenzione quando firmi il contratto di acquisto alla voce relativa alla garanzia: le vetture usate, ma solo quelle vendute dai professionisti e non dai privati, sono coperte dalla Garanzia Legale di Conformità della durata di 24 mesi così come previsto dal D. Lgs 206/2005 Codice del Consumo. E’ possibile ridurre la durata a 12 mesi soltanto mediante accordo scritto tra il venditore e l’acquirente che non può essere antecedente la stipula del contratto di vendita. Leggi molto bene cosa c'è scritto nel contratto perché il venditore, senza informarti, potrebbe farti firmare la rinuncia ad un anno di garanzia di legge, quindi potresti trovare una frase del tipo (testo reale): "Ai sensi e per gli effetti dell'art1519 octies cod. civ. (decreto legislativo 06/09/2005 n.206 agg. D.Lgs. 141/2010) le parti LIMITANO la responsabilità del Venditore ad UN ANNO dalla data di consegna dell'autoveicolo". Non è illegale ma se non si viene avvisati, non solo si perde un diritto acquisito ma si perde anche la possibilità di ottenere, almeno, uno sconto sul prezzo finale: occhio!

    DA NON DIMENTICARE

    Di seguito alcune cose a cui ti consiglio di fare attenzione per evitare problemi e scocciature future:

    • Assicurati di far riportare il modello dell'autoveicolo, il numero del telaio e della targa, sul contratto, sulla fattura e sulla garanzia
    • Fai barrare sempre, nei vari documenti che firmi, le voci prestampate e non riempite
    • Nel caso avessi dato indietro un veicolo da demolire, richiedi il documento di rottamazione definitivo per evitare di dover continuare a pagare il bollo per un mezzo che non possiedi più
    • Se sul libretto alla voce "Codice d'uso" c'è scritto "uso di terzi da locare senza conducente" e non "uso privato trasporto persone", richiedi il cambio d’uso prima di saldare il conto
    • Richiedi la ricevuta originale del pagamento già effettuato del bollo
    • Oltre a quella principale, richiedi la seconda chiave di accensione e quella MASTER, utile per effettuare un eventuale duplicato
    • Fatti un giro sul sito della Casa madre della marca che hai scelto per sapere se c'è qualche richiamo in atto o se c'è stato in passato per quel modello di autoveicolo

    Se pensi che queste informazioni siano utili metti un +1 o un Mi piace. A te non costa nulla ed in più aiuti la causa informando tutti i tuoi amici... grazie in anticipo!

    oppure offrimi un caffè

    I SITI E LE APP PER RESTARE INFORMATI

    Prima di concludere voglio consigliarti alcuni siti e App che mi hanno aiutato e che potrebbero interessarti:

    WEB - ilportaledellautomobilista.it: il Portale di servizi di e-government del Dipartimento Trasporti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Motorizzazione Civile). Ci trovi le stesse funzioni disponibili con l'App iPatente...

    APP - iPatente: L'applicazione ufficiale della Motorizzazione Civile che ti permette di controllare il saldo punti della tua patente, verificare la scadenza della revisione, la classe ambientale dei tuoi veicoli e i limiti per i neopatentati.

    Servizi:

    • Classe ambientale: verifica la categoria Euro di veicoli e motoveicoli e, nel caso di veicoli con alimentazione a gasolio, dell'eventuale presenza del dispositivo antiparticolato (FAP).
    • Uffici Motorizzazione: trova l'indirizzo e localizza sulla mappa l'Ufficio della Motorizzazione Civile su tutto il territorio nazionale.
    • Officine autorizzate: trova l'officina autorizzata a effettuare revisioni più vicina a te.
    • Tariffario: elenco di tutte le pratiche automobilistiche di competenza del Dipartimento Trasporti (Motorizzazione Civile). Per ciascuna pratica sono indicati i conti correnti postali su cui effettuare i versamenti e i relativi importi.
    • Neopatentati: per verificare la compatibilità del veicolo in merito ai limiti per neopatentati.
    • Ricerca Medico: per ricercare qual è il medico certificatore per il rinnovo della tua Patente più vicino a te.

    Tramite iPatente puoi inoltre accedere ai tuoi dati relativi a patente e veicoli (in questo caso occorre essere registrati al Portale dell'Automobilista):

    • Saldo Punti Patente: oltre al saldo aggiornato dei punti sulla tua patente di guida, puoi verificare la scadenza di validità della patente e le variazioni di punteggio con i relativi dettagli.
    • Dati di sintesi dei veicoli: per verificare tutti i dettagli dei veicoli che risultano a te intestati, compresa la data di scadenza della revisione.
    • Stato pratiche: verifica lo stato di avanzamento del processo di lavorazione delle tue pratiche in corso presso la Motorizzazione, in caso di rinnovo patente, variazione di residenza o di richiesta duplicato a seguito di smarrimento o furto della patente o della Carta di Circolazione.

    WEB - cciss.it: il sito del Centro Coordinamento Informazioni di Sicurezza Stradale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti: ci trovi le stesse funzioni disponibili con l'App iCCISS...

    APP - iCCISS: L'applicazione consente l'accesso, gratuito ed in tempo reale, alle informazioni di traffico e di viabilità erogate dal CCISS: ti aiuta a reperire ogni informazione sulla circolazione stradale nazionale, compresa l’ubicazione di cantieri mobili e fissi su strade e autostrade nonché notizie di attualità connesse alla sicurezza stradale ed informazioni sulle più recenti innovazioni tecnologiche del settore, con particolare riguardo alla mobilità sostenibile ed alla tutela dell’ambiente.

    APP - Controlli Veicoli Free: L'applicazione permette di consultare in maniera facile e veloce gli archivi online della Polizia di Stato e del Ministero dei Trasporti per verificare se un veicolo risulta rubato e se è assicurato.

    Se conosci altre risorse interessanti, hai suggerimenti aggiuntivi da dare o richieste da fare, aspetto un tuo commento in merito ;)

    Andrea Millozzi's picture
    About the Author

    Appassionato di informatica fin da giovanissimo ho iniziato a programmare da autodidatta. Da allora il mio entusiasmo e la mia curiosità non hanno fatto che aumentare... Oggi mi diletto a realizzare siti internet, App e progetti hardware con Arduino, Raspberry Pi & Co.